Iscrizioni 2021/22 Progetto AULE 3.0

 

Progetto Aula 3.0

Il nostro istituto per il prossimo anno scolastico intende riprendere le attività didattiche in presenza facendo tesoro dell’esperienza che si è fatta con la didattica a distanza. L’intento è di utilizzare la tecnologia quale strumento privilegiato per facilitare l’apprendimento.

Così la scuola si doterà di 2 “Aule 3.0” che saranno utilizzate da una classe prima del settore artistico e da una classe prima del settore economico.

Gli studenti saranno iscritti in queste sezioni, su richiesta dei genitori all’atto di iscrizione (si allega modulo da inviare via mail alla segreteria della scuola), in caso di eccedenze di richieste si procederà a sorteggio.

Le aule saranno strutturate in modo tale da favorire l’interazione fra gli studenti, il docente avrà il compito di guidare gli studenti  all’acquisizione delle competenze attraverso processi di apprendimento fondati sull’esperienza e sull’indagine.

All’interno della classe l’uso di banchi con rotelle faciliterà la creazione di gruppi di studio variabili funzionali alle diverse esperienze didattiche che si alternano in una giornata scolastica.  In ogni aula sarà presente uno schermo interattivo smart, evoluzione tecnologica della LIM.

La connessione WiFi alla classe sarà garantita da un Access Point ad elevate prestazioni e dalla connessione pubblica in fibra ottica.

Agli studenti, inseriti nel progetto, saranno assegnati, in comodato d’uso gratuito, IPAD acquistati dalla scuola. I libri di testo adottati dalla classe, in formato digitale, si potranno scaricare sui devices, ciò significa che le famiglie non dovranno sostenere costi per l’acquisto dei libri e che gli studenti non dovranno trasportare zaini pesanti sulle spalle.

L’utilizzo quotidiano delle nuove tecnologie e il lavoro in rete favorirà la collaborazione fra studenti e la personalizzazione dei percorsi. La didattica frontale e la didattica laboratoriale  si alterneranno confluendo in un unico processo di apprendimento-insegnamento, che sarà caratterizzato da: interesse, coinvolgimento,  collaborazione rendendo protagonista lo studente del proprio percorso formativo-didattico.

Anche la gestione della classe da parte del docente diventa un aspetto fondamentale in una classe 3.0 perché il docente, dovrà gestire due setting fondamentali: quello tecnologico (gestione delle strumentazioni e delle applicazioni); quello collaborativo (organizzazione degli studenti in gruppi di lavoro).

Le modalità didattiche saranno rinnovate, l’aula non sarà più lo spazio della lezione frontale, ma il luogo di attività collaborative e di confronto, le lezione verranno svolte grazie a video e contenuti multimediali, si avvieranno innovative metodologie didattiche, quali:

·      Flipped Classroom, che prevede l’inversione dei due principali momenti dell'agire didattico, permettendo agli studenti di prepararsi su un determinato argomento a casa per poi effettuare compiti o esercitazioni in classe, sotto supervisione dell'insegnante;

·      Problem-Based Learning, l'insegnante pone un problema  e lo studente è chiamato a risolverlo formulando ipotesi, raccogliendo materiale, ragionando in modo autonomo e confrontandosi anche con gli altri;

·      Peer Instruction, metodo di apprendimento interattivo tra pari;

·      Cooperative Learning, o apprendimento cooperativo, in un gruppo cooperativo ognuno ha un ruolo ben preciso che lo rende indispensabile al raggiungimento dell'obiettivo finale.

Gli studenti delle classi 3.0 verranno avviati al coding “programmazione informatica”, disciplina che ha come base il pensiero computazionale, cioè tutti quei processi mentali che mirano alla risoluzione di problemi combinando metodi caratteristici e strumenti intellettuali (come i giochi interattivi). L’obiettivo è quello di sviluppare nei discenti il pensiero computazionale ovvero creare le condizioni per far sviluppare un pensiero logico, con un ragionamento preciso su una strategia da seguire per arrivare a risolvere un problema.