In ricordo di IRENE BITONTO

 

Cara Irene,

 non si è mai pronti ad accettare che una persona cara ci lasci per sempre.  Mancherai a tutti, ai tuoi cari, agli amici di sempre, a quelli conosciuti da poco. Mancherà la tua sincerità, il tuo modo di vedere la vita e di affrontare il mondo, la tua serietà, il tuo essere amica e confidente, ci mancherà l’insegnante in gamba che sei stata, la professoressa di generazioni di studenti, la madre amorevole di una figlia di cui andavi orgogliosa.  Proprio così: ci mancherai in tutti i modi in cui una persona può mancare. Nonostante la consapevolezza delle tue fragili condizioni di salute, nessuno avrebbe immaginato il peggio e rassegnarsi non è facile!

In punta di piedi, hai spiccato il volo per congiungerti con l’azzurro del cielo. Unica consolazione almeno è quella di saperti affrancata dalla sofferenza. Ti vivremo ora nel ricordo della bella persona che sei stata, ricorderemo il tuo coraggio, la tua determinazione, l’entusiasmo che mettevi in ogni cosa facessi. Avevi la forza e la grinta di una leonessa, eri travolgente per la tua allegria sorniona, la caparbietà e la raffinata ironia con cui ti porgevi.  Ma soprattutto rimarrà indelebile il tuo splendido sorriso che sapeva illuminare anche le giornate più buie.

La scuola che tanto amavi perde una delle sue insegnanti migliori: la professoressa Irene Bitonto che amava insegnare e si spendeva con passione per i suoi alunni: perché, cara Irene, l’insegnamento lo hai vissuto con il cuore oltre che con la mente. E hai lasciato una traccia indelebile sui nostri ragazzi che addolorati dalla inattesa notizia scrivono di te parole commoventi di riconoscenza per quello che hai saputo loro dare, per quello che sei stata. Se potessi leggerli ne saresti felice. Lodano di te la tua etica impeccabile, la correttezza d’animo, la tua bravura professionale, la passione che sapevi loro infondere per il sapere. E per come li preparassi alla vita.

Non amavi compiangerti, sei stata fino all’ultimo una combattente, e se anche a volte i tuoi sorrisi erano velati di malinconia, bevevi la vita a sorsi generosi, perché la vita la amavi.

Non sei venuta mai meno al tuo impegno per la scuola, sempre pronta ad offrire il tuo prezioso contributo, la tua professionalità straordinaria, pronta sempre a metterti in discussione, come le persone intelligenti sanno fare, intransigente con te stessa e aperta al confronto. Lealtà e schiettezza erano le virtù con cui ti presentavi, con quel piglio di orgoglio e fierezza che distingue le persone di carattere.    

Ora che hai messo le ali, vola Irene, vola alto... finalmente libera. Come ha scritto una tua cara amica, troverai tanti piccoli angeli in un angolo di cielo che aspettano la loro nuova insegnante di inglese.

                                                                        Buon viaggio Anima Bella

                                                              Con affetto immenso da parte di tutti noi

                                                              Dirigente scolastico, prof. Luigi Cona

                                                              DSGA, dottoressa Daniela Marinaro

                                                              I docenti e il personale ATA dell’Istituto

                                                               Gli studenti